L'arte mi ha scelto - una vita sul palco

tango argentino e pittura mauro barreras 50
Olio su Tela di Mauro Barreras

L’ arte ha permeato la mia vita fin dalla più tenera età. I miei insegnanti dicevano che avevo delle doti del sentire superiori alla media e che io esprimevo attraverso il disegno e la poesia. Avevo la straordinaria capacità di far passare le mie emozioni attraverso il mio corpo, producendo istintivamente movimenti che erano una danza improvvisata. Mi hanno notato e pagato borse di studio fino al diploma conseguito all’università della danza di Buenos Aires. Sono sempre stato in prima fila nei migliori teatri di Buenos Aires e  spettacoli televisivi in prima serata. Non ho scelto di diventare artista, l’arte mi ha scelto. 

Ho passato una vita sul palco, come ballerino protagonista, regista e coreografo, al punto che è diventato parte necessaria della mia vita. Nonostante ciò ogni nuovo spettacolo per me è come se fosse la prima volta.

 

Preparare lo spettacolo fuori dal teatro, iniziare con una nuova storia che sarà interpretata con una forte carica emotiva da parte di tutti gli artisti, usando le capacità offerte dal corpo, provando e riprovando, per poi arrivare a cucire insieme le diverse parti  dello spettacolo che dovranno combaciare in perfetta armonia, e infine presentarsi al giorno dello show con uno spettacolo sempre di elevato livello artistico: è emozionante, coinvolgente e affascinante. Lo spettacolo diventa una creazione fluida e armoniosa, nonostante che i vincoli spaziali possano imporre una modifica all’ultimo momento delle figure, ricombinate e riadattate al nuovo nuovo spazio, che a volte neppure si conosce in anticipo e si può solo immaginare. Entrare in un teatro e appropriarmene anche se per un solo giorno è una cosa che proprio mi riempie, un’atmosfera particolare! Poi il momento dietro le quinte, quando vedi realizzata in scena la tua idea su cui hai lavorato da tempo, è un’emozione veramente forte, quasi difficile da far capire alle persone profane. Si vive la performance artistica con grande intensità, il tango é improvvisazione e spesso mi capita di improvvisare. Ma non tutto fila sempre liscio come l’olio. E sono proprio in quei momenti che la mia adrenalina tira fuori il meglio di me. E nel momento in cui esco insieme alla mia ballerina e a tutti i miei collaboratori, e assieme a loro ricevo l’applauso del pubblico, tutta la fatica è immediatamente ripagata. E’ la magia del teatro, quando il copione può essere anche lo stesso ma ogni spettacolo sarà sempre diverso.” [Mauro Barreras]